Stefano Valvason – Direttore Generale di A.P.I. – 7 Febbraio 2018

//Stefano Valvason – Direttore Generale di A.P.I. – 7 Febbraio 2018

Stefano Valvason – Direttore Generale di A.P.I. – 7 Febbraio 2018

For privacy reasons YouTube needs your permission to be loaded.
I Accept

Città Metropolitana di Milano in collaborazione con Laboratorio Industry 4.0

“INTER CITY 4.0” – seconda fermata di tre – Milano, 7 Febbraio 2018 – Palazzo Isimbardi

UNA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 4.0 SOSTENIBILE

Ing. Stefano Valvason, Direttore Generale A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie.

La trasformazione digitale nella Pubblica Amministrazione è una importante opportunità per sostenere quella cultura del servizio che è necessaria ad una riforma strutturale del Paese. Sarà possibile mettere i cittadini e le imprese al centro, re-immaginare i servizi e le modalità di coinvolgimento, ripensare i modelli di funzionamento, solo se l’innovazione verrà interpretata come reale e necessario processo di cambiamento e non come adempimento .

Razionalizzando i processi e le procedure burocratiche  si potrà ridurre la spesa pubblica improduttiva e assicurare tempi di risposta certi e contenuti ,semplificando la vita alle imprese che potranno concentrarsi a creare ricchezza e sviluppo per il territorio in cui operano.

Innovare i sistemi di procurement porterà trasparenza nei processi decisionali, migliorare la gestione dei dati(open data) genererà una vera miniera di opportunità per l’erogazione di servizi innovativi.

Tuttavia c’è il rischio che l’assenza di una strategia chiara ed efficace per guidare il cambiamento e le incertezze legate all’imminente scadenza della legislatura e dei mandati di AgID e Team Digitale, alimentino la deresponsabilizzazione e le difficoltà nella creazione di una cultura digitale già contrastata dalla mancanza di competenze e di meritocrazia. Ne deriverebbero danni da una inadeguata gestione delle tecnologie, basti pensare ai cyber risk, e un conseguente impatto sulla competitività del sistema economico e sull’attrattività del territorio.

Un altro rischio significativo è collegato alla mancanza di una adeguata connettività dati sul territorio lombardo. La banda ultra larga raggiunge poco più del 22% dei cittadini mentre in altre regioni siamo a oltre il 70%. Dobbiamo accelerare l’attuazione del piano strategico Italia digitale 2020 sull’area metropolitana

2018-03-05T17:47:28+00:00